La prima domanda da fare ad un wedding planner

Martedì 29 gennaio 2019

commissioni ai wedding planner

La scorsa settimana ho avuto un inteso scambio di messaggi con fioristi, grafici, catering, proprietari di location, future spose, se controlli tra i contenuti in evidenza del mio profilo Instagram (clicca sul cerchietto “Tips for bride”) puoi ancora vedere gli screenshoot di quelle conversazioni.

Il motivo di tanta voglia di parlare con me è nato da un mio sfogo. Una persona mi aveva segnalato ad una coppia di sposi e, dopo essersi informata sui prezzi che applico ai miei clienti, pretendeva che io le riconoscessi una commissione. L'ho platealmente spedita a quel paese, spiegandole che di commissioni mai ne chiedo e mai ne concedo.

Ma cosa sono queste commissioni? Sono una pessima abitudine, secondo me, che purtroppo è molto diffusa tra chi dice di fare il mio stesso lavoro.

Le cose funzionano così: tu paghi la tua wedding planner per organizzare il tuo evento e metterti in contatto con i fornitori migliori. Lei si fa pagare da te, ma prima di presentarti i fornitori e di farti conoscere la location giusta per te, si assicura che il fornitore in questione le riconosca un compenso per il fatto di avergli portato un cliente pagante (tu). Chi non è disposto a riconoscerle questo compenso non rientra nella rosa dei fornitori che ti verrà presentata.

Che c'è di male?

1 - Di tutto questo tu non sarai messa al corrente

2 - Il compenso riconosciuto alla wedding planner in realtà lo pagherai tu, perché il fornitore, per riconoscere quel compenso, aumenterà il prezzo finale al cliente (tu).

Di fatto, questo ti porta a pagare la tua wedding planner più di quanto sia indicato sul contratto e a pagare i fornitori più di quello che pagheresti se lei non chiedesse questa commissione.

La cosa che mi ha più sconvolto, leggendo i messaggi degli operatori che mi hanno scritto, è stato notare quanto fastidio ci sia nel riconoscere queste commissioni occulte ma quanto, purtroppo, queste richieste, a mio avviso disoneste, siano assecondate (si può anche reagire alle cose, no?).

Dal 2013 lavoro in proprio e lavoro senza chiedere percentuali ai fornitori, ogni volta che mi viene proposta una provvigione chiedo di trasformarla in uno sconto o in un trattamento di favore per i miei clienti. Negli anni sono migliorata come professionista, ho ampliato la mia rete di contatti e ho progressivamente aumentato il costo dei miei servizi. Chiedo un compenso giusto (credo), per aumentare le entrate aumento il numero degli eventi, non vado certo a mettermi in tasca soldi di nascosto. Allo stesso modo, si comportano tante mie colleghe, e il caso vuole che siano proprio delle bravissime wedding planner, che realizzano matrimoni bellissimi e lo fanno mettendoci anche l'anima in quello che fanno (che, per inciso, è l'unico modo per fare bene questo lavoro e far crescere la propria attività negli anni).

Ti racconto questo perché, come ti sto dicendo ormai da qualche mese, è più che mai importante che i futuri sposi imparino a valutare i fornitori che si trovano di fronte, wedding planner in primis.

quanto costa un matrimonio

Un wedding planner è una risorsa importantissima per vivere (anche) l'organizzazione del matrimonio in modo sereno, ed è molto triste che una coppia ci rinunci per timore di finire tra le mani di chi prende questa professione come un facile giochino in cui è sufficiente fare Pr qua e là.

I prezzi miei e delle colleghe che lavorano seguendo la mia stessa etica sono pubblicati sui nostri siti, i rapporti con i fornitori sono chiari e limpidi. Non sono una santa, ma non riuscirei mai a non portare i miei sposi nella location perfetta per loro solo perché il proprietario si rifiuta di riconoscere commissioni (cosa faccio, li porto al ristorante di mio zio così poi mi da la mancia??).

Quindi, siccome le cose stanno così e ci sono troppe persone che si credono furbe, fammi un favore. Non rinunciare ad avere un wedding planner, impara solo a riconoscere chi lo fa con onestà e chi no.

Al prossimo incontro con un wedding planner guardalo negli occhi e chiedigli: “Prendi commissioni dai fornitori?” Ti può rispondere in tre modi.

No – e ti accorgerai che è vero perché potrai notare con i tuoi occhi quanto sia benvoluto dai vari fornitori (e vedrai gli originali dei preventivi durante l'organizzazione)

Si – E poi dovrà trovare un modo di convincerti che la commissione del fornitore non ricade su di te e che non si lascia influenzare nella scelta in fase di selezione del team

No – ma tu capirai che sta mentendo. In quel momento alzati e vattene, perché chi ha il coraggio di prendersi gioco di due persone in un momenti tanto importante della vita non merita un secondo del tuo tempo.

Mi dispiace molto di aver scritto post, ma ho davvero tanto amore per questo lavoro e non sopporto che ci siano “colleghi” che lo stanno rovinando, agli occhi degli sposi e degli altri operatori. Spero che le mie parole servano a farti capire che non siamo tutti così, le persone oneste ci sono eccome, devi solo avere la fortuna e la pazienza di trovarle. Fammi sapere!

Ti ricordo che puoi ricevere il mini-corso gratuito “Mi sposo! E adesso?” semplicemente iscrivendoti alla newsletter.

A questo punto dovrei anche ricordarti di Bridal Starter Kit, il video corso che ti permetterà di creare il progetto del tuo matrimonio come un vero designer e...lo faccio con piacere! Sai perché? Da oggi lo puoi acquistare anche a rate! Puoi averlo a 400 euro pagando l'importo in un'unica soluzione, oppure puoi scegliere di avere tre rate da 150 euro. Comodo no? Clicca qui per saperne di più!

quanto costa un wedding planner

Non perderti gli aggiornamenti!

Iscriviti subito alla newsletter!

Aspetta! C'è dell'altro!

Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!

Grazie per i vostri commenti:

Valeria Ferrari Weddings

Ciao Angela, grazie a te! E' dura rimanere coerenti con i propri principi ma sono convinta che sia la strada giusta :-)


Angela

Ciao Valeria volevo solo ringraziarti! Mi occupo di matrimonio ed eventi in una piccola realtà di Verona e spero che in molti leggano il tuo “scomodo”, ma doveroso post! La passione per il nostro lavoro nasce dalle relazioni positive e nulla più. Angela


Images Credits: unsplash

Sono Valeria Ferrari, wedding planner, e sono qui per organizzare il tuo grande giorno. Leggi di più...

I MIEI POST PIÙ LETTI
Vai alla raccolta

IN REGALO PER TE
Il mio eBook gratuito
Mi sposo, e adesso?
IL MIO CORSO IN AULA
Wedpreneur Weekend

per i professionisti
del mondo wedding

BRIDAL STARTER KIT
TROVA NEL BLOG