Intervista ad Elena di “Rinchiudetely”: quando l'organizzazione non è mai troppa!

Martedì 15 gennaio 2019

Professional organiser Elena Dossi

In questo blog si parla di matrimoni, di quelli che organizzo per i miei sposi e del tuo, che stai costruendo pezzo dopo pezzo.

Cerco di mettere a disposizione tutti i consigli più utili e attuabili per aiutare le future spose che stanno affrontando un momento bello e delicato della propria vita, perché so bene che organizzare il proprio matrimonio può essere molte cose, ma di sicuro non è del tutto indolore!

Il matrimonio è un rito di passaggio che coinvolge molti aspetti della propria vita. Molto spesso si accompagna al momento in cui si costruisce una nuova casa, magari proprio la nostra primissima casa!

Premesso che il trasloco è considerato dagli esperti la terza causa di maggiore stress nel corso dell'umana esistenza, so anche per esperienza che la prima volta che ci si trova a gestire una nuova abitazione le cose un po' si complicano (no, l'appartamento condiviso dell'università è un'altra storia!).

Io stessa, prima di trasferirmi nel nostro primo piccolo appartamento con Marco, ero la fortunata proprietaria di un armadio 12 stagioni. All'improvviso, tutti i miei averi hanno dovuto adattarsi alla convivenza con quelli del mio fidanzato, il che ha significato avere per me solo due, misere, ante, sigh!

Come sopravvivere ad un cambio epocale di questo tipo? Come gestire un trasloco in concomitanza con giornate lavorative e nozze da preparare?

Non farei questo lavoro se non credessi fortemente nel potere dell'organizzazione, quindi oggi voglio presentarti una persona che si occupa proprio di aiutare le persone a semplificare le proprie giornate e a liberare tempo e spazio.

nuova casa - matrimonio

Lei si chiama Elena Dossi ma sul web tutti la conoscono come “Rinchiudetely”.

Ciao Elena, grazie per essere qui! Sono sicura che quando dici di essere una “Professional organizer” ci sia ancora qualcuno che ti guarda in modo strano. Ci puoi spiegare in cosa consiste la tua professione?

Ciao Valeria, grazie mille a te per avermi coinvolta nel tuo bellissimo progetto. Si in effetti, quando dico che sono una Professional Organizer (PO) qualcuno sgrana un po' gli occhi e assume uno sguardo interrogativo, tipo “cos’è che fai?? Non sapevo esistesse questa professione”.

In effetti in Italia è una professione ancora abbastanza giovane, ma negli Stati Uniti esiste dagli anni 80, diciamo che ci possiamo considerare un po' cugini dei Wedding Planner per l’evoluzione della professione.

Il mio lavoro consiste nell’aiutare le persone a semplificarsi la vita grazie ad una migliore gestione dello spazio e del tempo, in modo pratico e senza dover fare troppe rinunce. Mi piace pensare al mio lavoro come alla possibilità di trasmettere i benefici di uno stile di vita più organizzato grazie a soluzioni su misurache mettono le esigenze della persona al centro.

Il bello di fare ordine, è che non vuol dire semplicemente “mettere a posto le cose”, in realtà è ungesto d’amore molto potente in grado di influenzare i livelli di energia e la chiarezza mentale più di quanto si possa immaginare.

Puoi aiutare chi deve affrontare il trasferimento in una nuova casa?

Il trasloco è uno dei miei ambiti di intervento preferiti! Qualche volta chi si affida a un PO è una persona che sta affrontando un cambiamento personale e ha la necessità che gli spazi in cui vive lo seguano in questo cambiamento. Come dicevi giustamente tu il trasloco è considerato la terza causa di maggiore stress nel corso dell'umana esistenza, è proprio in questi casi che l’aiuto di un professionista può fare la differenza.

Meno tempo sprecato, meno stress mentale e un risultato garantito.

Penso che il trasloco sia una perfetta occasione per fare un po' di decluttering, ovvero sbarazzarsi di tutte quelle cose che non servono più o che appunto fanno parte di una vita precedente. Le persone hanno spesso la tendenza di voler portare nella nuova casa tutto quello che c’era nella vecchia, senza prima soffermarsi a pensare se ha senso, se quegli oggetti sono ancora importanti, utili o di uso quotidiano. Così si trovano a pagare un’impresa di traslochi per portare decine di scatole di cui non hanno bisogno, o se fanno da soli, decine di scale su e giù a portare pesantissime scatole che probabilmente finiranno direttamente in cantina. Tempo e soldi buttati.

un nuovo armadio da organizzare

Partiamo dall'esempio del nuovo armadio. Come adattarsi ad un nuovo spazio?

Penso sia importante fare prima una premessa. Diverso è se abbiamo avuto la fortuna di fare un armadio su misura, o comunque scelto da noi, o se ci dobbiamo accontentare di un armadio esistente perché magari andiamo a vivere in affitto.

Nel primo caso la fase più importante è quella della progettazione. Ovvero che accessori scegliere all’interno delle ante. Qualche volta si commette l’errore di ragionare solo sui metri lineari senza preoccuparsi di come “allestire” l’interno. Mensole? Quante? Cassetti? Appenderie? A che altezza? 

Ognuno di noi è diverso con esigenze diverse, quindi non esiste un armadio “perfetto” per tutti. La cosa importante è capire cosa ci è più comodo. Nel caso delle camicie ad esempio, penso soprattutto agli uomini, è utile capire se si preferiscono appese o piegate, e in base alla riposta è necessario prevedere soluzioni diverse. Diciamo un numero superiore di ripiani o cassetti nel primo caso e appnederia lunga nel secondo.

Se invece siamo nella situazione di dover arrangiarci con l’armadio che c’è, il trucco è quello di riempire bene lo spazio a disposizione, magari ragionare in modo un po' creativo e sicuramente aiutarsi con accessori salvaspazio soprattutto se l’armadio non è grandissimo.

Contenitori e scatole sono sempre buoni alleati, occhio però a non esagerare…le scatole servono per contenere quello che serve e non per nascondere quello che non serve. In entrambi i casi bandite le grucce della tintoria, sono brutte, scomode e rovinano i vestiti!

C'è un segreto per organizzare un nuova cucina? E come si fa a tenerla sempre in ordine??

Per me il segreto è sempre quello di imparare a circondarsi solo da ciò che ci serve ed usiamo. Quindi occhio alla lista nozze J, è un attimo farsi prendere la mano e inserire una lunga lista di elettrodomestici potenzialmente inutili.

L’organizzazione ad ogni modo è una cosa che va allenata, non è detto che la prima soluzione che si prova sia quella giusta, magari c’è bisogno aggiustare il tiro prima di trovare la soluzione ideale per noi e per la nostra nuova famiglia.

Provo a dare 3 suggerimenti per iniziare:

1.     Tenere il piano di lavoro il più libero possibile, il rischio è che più ci si abitua ad appoggiarci sopra oggetti, più ne metterai

2.     Se si prende un oggetto in un certo posto, una volta usato va rimesso nello stesso posto

3.     Fare in modo che ogni membro della famiglia sappia dove si trovano le varie cose in modo che tutti siano indipendenti

PS questi suggerimenti vanno bene in cucina, ma anche per qualunque altro ambiente della casa. 

Elena Dossi - professionale Organizer

Come puoi aiutare una ragazza che sta per sposarsi, deve traslocare in una nuova abitazione, ha tante cose per la testa e poco tempo a disposizione?

Il suggerimento più importante che posso dare è quello di pianificare con un po' di anticipo le varie cose da fare in modo da ottimizzare il tempo a disposizione e alleggerire la testa. E’ probabile che le cose non filino tutte lisce in questi casi, anzi, ma con un buon piano si possono trovare soluzioni alternative in modo più semplice e senza stressarsi troppo.

Per un aiuto più concreto propongo anche corsi dal vivo e un servizio di decluttering e organizzazione on demand direttamente a casa del cliente.

Se l’esigenza è trovare un metodo per capire come destreggiarsi fra gli ambienti della nuova casa, ho messo a punto un corso che si chiama Home Sweet Home, ideale per chi desidera rendere la casa un nidoaccogliente e rilassante dove trascorrere ore piacevoli insieme alle persone che si amano.

Se invece la necessità è quella di avere accanto qualcuno che pianifichi il trasloco fianco a fianco, aiuti ad eliminare il superfluo e, una volta nella nuova casa, aiuti ad ottimizzare gli spazi disposizione la soluzione e il servizio on demand, sempre pensato sulle specifiche esigenze del cliente.

Potrebbero essere una bella idea anche per la lista nozze :-)

Per tutte le mie lettrici, Elena ha deciso di regalare uno sconto del 10% sul servizio on demand, fossi in te ne approfitterei!

Puoi trovare Elena sul suo sito www.rinchiudetely.it, lì troverai i suoi contatti e tutte le informazioni sui suoi corsi e i suoi servizi: non perderteli!

Come sopravvivere al trasloco con un professional organizer

 

Non perderti gli aggiornamenti!

Iscriviti subito alla newsletter!

Aspetta! C'è dell'altro!

Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!

Images Credits: Elena Dossi + Unsplash

Sono Valeria Ferrari, wedding planner, e sono qui per organizzare il tuo grande giorno. Leggi di più...

I MIEI POST PIÙ LETTI
Vai alla raccolta

IN REGALO PER TE
Il mio eBook gratuito
Mi sposo, e adesso?
IL MIO CORSO IN AULA
Wedpreneur Weekend

per i professionisti
del mondo wedding

BRIDAL STARTER KIT
TROVA NEL BLOG